Le vostre fan fiction dei One Direction!

Le vostre fan fiction dei One Direction!

Qualche tempo fa avevamo chiesto alle Directioner di partecipare a una fan fiction collettiva. Noi avevamo scritto il primo capitolo. Loro dovevano scrivere il resto della storia. 
Innanzitutto: GRAZIE A TUTTE! 
Ci avete inviato tantissime fan fiction! Le abbiamo lette tutte (e ci siamo divertiti un sacco a farlo) e ora siamo pronti a pubblicare quelle più super!
In attesa dei concerti italiani del Where We Are World Tour pubblicheremo (quasi) ogni giorno una fan fiction. Torna a trovarci per scoprire qual è la storia del giorno e sapere se anche la tua è stata pubblicata. 
Ma prima rileggiamo il primo capitolo della storia... 

Il miglior concerto di sempre: Capitolo 1

Finalmente. Per anni ho ascoltato le loro canzoni in loop, li ho seguiti ossessivamente su Twitter e Instagram, ho guardato e riguardato i loro video su YouTube, ho sorriso guardando le loro gif su Tumblr. Oggi li vedrò finalmente dal vivo. È il 28 giugno e non riesco ancora credere di essere qui, a Milano, per vedere il concerto dei One Direction. Con me c’è Sara, la mia migliore amica e Directioner come me, e mia mamma, che non ammetterà mai di essere Directioner ma so che i 1D piacciono anche a lei… 

“Andiamo a mangiare qualcosa?” Ci siamo svegliate prestissimo per arrivare in treno dal nostro piccolo paesino a Milano, così la proposta di mamma non riceve obiezioni da me e Sara. Vogliamo arrivare presto a San Siro, ma abbiamo troppa fame, per cui una fermata intermedia al fast-food è concessa. 

Ultimamente è stato un periodaccio. Marco, il ragazzo con cui stavo insieme da qualche mese, mi ha mollata proprio all’inizio delle vacanze. Dovevamo andare in vacanza in Puglia, ma a causa degli impegni di lavoro di mio padre quest’anno dovremo rinunciare alle vacanze, per cui probabilmente passerò tutta l’estate a casa. Per fortuna oggi c’è il concerto… 

Tutto è successo in pochi secondi: appena uscite dalla stazione un ragazzo strattona mia mamma, le prende la borsa e scappa. “Ragazze, nella borsa avevo i biglietti!” COOOOSA?!? Io, Sara e mamma ci mettiamo a rincorrere il ragazzo. Per fortuna non siamo le uniche. Un uomo, più veloce di noi, è alle calcagna del ladro e dopo qualche metro riesce ad acciuffarlo. Il ragazzo molla la borsa e scappa, mentre l’uomo torna da noi…

Che mito! Ci ha salvate! Rischiavamo di perderci il concerto, ma grazie a questo signore l’incubo è finito ancor prima di iniziare. Quando si avvicina a mia mamma scatta qualcosa nella mia mente. Quest’uomo l’uomo lo conosco! Le ore passate su internet a cercare informazioni sui One Direction sono servite a qualcosa: questo è Mark, il personal trainer dei ragazzi!