La fan Fiction sui Big time rush di Arianna - Parte 3

La fan Fiction sui Big time rush di Arianna - Parte 3

Una settimana dopo...

 

Mi trovavo sull'aereo, diretta a Los Angeles. Una nuova vita mi aspettava. Il viaggio in aereo non mi entusiasma neanche un po'. Visto che non ci sono mai salita, ho paura e non poca.

Logan: Ari, tutto a posto??

Io: Si, perché??

Logan: Dimmi la verità!!

Io: Ok, ho paura!!

Logan: Di volare, o dell'altezza??

Io: Entrambe.

Logan: Vieni qui, stai tranquilla!!-

Mi abbracciò, e mi diede un bacio.

Kendall: Ari, ascolta un po' di musica, vedrai che ti tranquillizzerai.

Io: Ok, grazie.

Presi il mio telefono, aprì la musica. Partì con "Invisible".

 

Logan: Ari, siamo arrivati!

Mi svegliai, avevo finito la mia playlist, da un pezzo. Come avevo fatto a dormire per più di 10 ore? Boh, mistero.

Scendemmo dall'aereo. Rimasi sbalordita. Vedere Los Angeles da una foto é un conto, ma dal vivo è stupenda. Seriamente, ero così felice che stavo per mettermi a piangere.

Sara mi venne vicino.

Sara: É bellissimo.

Io: Già.

James e Logan si misero di fianco a noi.

J/L: Ehi principesse, prendiamo noi le vostre valige!

Io: No, tranquillo Logie, me la porto da sola.

Logan: Dai Ari, sai che alla fine lo farei lo stesso!

Io: I Know!

 

Logan e James, si appropriarono delle nostre valige, mentre io e Sara ridevamo.

 

Dopo 15 minuti, circa, di viaggio, arriviamo in un hotel. Era bellissimo, aveva una piscina. C'era una stanza, in cui si trovava un idromassaggio e le terme.

 

Dopo essere passati dalla reception, ci recammo nelle nostre rispettive stanze. Le ragazze divise dai ragazzi. Le ragazze nella stanza numero 346, i ragazzi in quella dopo, 347.

 

Quando stavo passando nella stanza prima della nostra si sentirono delle grida: <>. <>. <>, <>.

Io pensai, che fosse tutto normale. Andando avanti, sbadatamente sono andata a sbattere contro una ragazza e caddi per terra.

X: Scusami, non volevo.-

Disse la ragazza bionda davanti a me.

Io: Non scusarti é colpa mia. A volte sembra che viva in un mondo tutto mio e non vedo le altre persone.

X: Non preoccuparti, anche io sono così.

Disse lei porgendomi una mano, per aiutarmi ad alzarmi.

Katelyn: Piacere, sono Katelyn.

Io: Piacere, Arianna.

Kate: Sei Italiana.

Io: Si, mi sono appena trasferita.

Kate: Wow, ci si vede in giro.

Io: Certo.-

Dissi salutandola. Mi diressi verso la mia stanza.

Sara: Ari, dov'eri?

Io: Sono andata addosso a una ragazza, ci siamo messe a parlare e ho perso la cognizione del tempo. Scusate.

Sara: Di niente, ora sistemiamo le valige.

 

Dopo, circa, 3 ore, avevamo finito di sistemare. Noi tre ragazze andammo dai ragazzi. Io bussai alla porta e ci viene ad aprire Logan, era senza maglia. Quando, entrai vidi che tutti i ragazzi erano senza maglia.

Kendall: Ehi, ragazze come va?

Ragazze: Bene grazie.-

Qualcuno bussò alla porta, io andai ad aprire.

Io: Kate?

Kate: Ari?

Io: Già!

Kate: Che ci fai nell'appartamento di mio fratello e dei suoi amici?

Io: Carlos é mio fratello, Logan il mio fidanzato, Kendall mio cognato e James il mio migliore amico, non che il fidanzato della mia migliore amica . Tuo fratello é Kendall, giusto?

Kate: Già. Kendo, mi sei mancato?

Disse lei correndo ad abbracciarlo.

Kendall: Ehi, Kate sono stato via 2 settimane.

Kate: A me é sembrato un'eternità.

Kendall: Vedo che conosci già Ari.

Kate: Già.

Kendall: Come vi siete conosciute?

Io: Per sbaglio le sono andata addosso.- dissi diventando rossa.

Logan: Sei carina, quando diventi rossa.

Io: Grazie.

 

Dopo più o meno un'ora, sentiamo un tonfo nella stanza accanto. Di colpo, ci rechiamo nell'altra camera e bussiammo. Ci viene ad aprire una ragazza abbastanza alta, con i capelli lunghi, mossi biondi.

X: Buongiorno, posso darvi una mano.

Carlos: Abbiamo sentito un tonfo provenire dalla vostra stanza, e ci siamo preoccupati.

X: No, tranquilli. Mia sorella avrà fatto qualche danno.-dopo un po' gridò- Makenzie cosa hai combinato?

Makenzie: Niente, tranquilla Alexa.

Alexa: Ecco, come sempre. Combina qualcosa ma non vuole mai dirlo.

Carlos: Ha-ha, va bene, se ti serve qualcosa chiama, siamo nell'appartamento quà vicino. Ci si vede in giro.

 

Quando Carlos parlava con quella ragazza gli si illuminavano gli occhi. Che carino.

Arrivati in stanza, decisi di parlare da sola con Carlos. Andiamo nella sua cameretta.

Carlos: Dimmi pure Ari.

Io: Carlos, ti sei innamorato di Alexa?

Carlos: Cosa? No!!- disse in modo ironico.

Io: E dai, sono sempre tua sorella a me puoi dire la verità.

Carlos: Ok, si mi sono preso una cotta per Alexa. Vorrei conoscerla un po' meglio.

Io: Vedrai che ce la farai. Fai così, invitala al mare state tutto il giorno insieme, conoscila. Poi se vedi che ti piace, che ne so, invitala a cena e prova a dirlelo.

Carlos: Grazie Ari.

Mi abbracciò ed uscimmo dalla stanza.

 

Logan: Abbiamo pensato di andare in piscina vi va??

Io/Los: Certo!!

 

Noi ragazze ci rechiamo nel nostro appartamento, e ci mettiamo il costume. Io, uno verde fluorescente due pezzi. Sara, uno nero sempre due pezzi. Chiara, uno violetto sempre due pezzi.

Sopra il costume misi un pantaloncino in jeans e una maglietta maniche corte, abbastanza larga.

Presi una borsa e dentro ci misi:

-cellulare,

- crema solare,

-un libro,

-telo,

-il pallone gonfiabile,

-una bottiglietta d'acqua.

 

Finito andiamo dai ragazzi, nella hall.

Raggiunti ci rechiamo nella piscina, nella quale incontriamo Kate, Lex e, penso la sorella di Alexa, Makenzie.

Arrivate, presi uno sdraio e ci misi il telo. Mi sedetti sopra il telo, metto la crema e iniziai a prendere il sole.

 

Dopo un po' mi arrivò uno schizzo d'acqua, ma lasciai perdere. Infine mi ritrovai tutta bagnata, con Kendall e Logan di fianco a me con un secchio in mano. Questo voleva dire guerra...

 

Io: Logan, Kendall meglio che scappate sennò...

Kendall: Sennò, cosa?

Io: Sennò succede questo!

Gli spinsi in piscina. Hahaha, che ridere. Mi misi sul bordo della piscina, mi piegai sulle ginocchia e mi avvicinai a loro.

Io: Allora piaciuta la lezione??

Kendall: Certo, guarda mi sono divertito un botto!!-disse in modo ironico.

Dopo un po' vidi Kendall guardare dietro di me e sorridere, quindi mi alzai mi girai e mi ritrovai in piscina. Purtroppo durante la caduta mi si é storta la caviglia e mi fa malissimo. Ritorno a galla.

Io: Logie, mi puoi aiutare ad uscire. Cadendo ho messo male la caviglia e mi fa malissimo.

Logan:Adesso ti aiuto.- era preoccupatissimo.

Mi aiutò ad uscire. La caviglia mi faceva stra male.

James: Ari, mi dispiace non volevo, io...

Io: James respira.-Lui respirò.- tranquillo non succede niente sarà solo una storta.

Logan: Io ti porto all'ospedale.

Io: Logie non ce n'è bisogno.

Logan: Invece si.

Mi prese a mo di sposa e mi portò nel mio appartamento.Dietro di noi c'erano i ragazzi e le ragazze.

Io entrai insieme alle ragazze.

Sara: Ari, tutto a posto.

Io: Certo non vedi- dissi mostrando la mia caviglia.

Chiara: É possibile che anche quando stai male riesci a fare delle battute, soprattutto squallide. MA OK.

Ci mettiamo tutte a ridere. Andai in bagno, zoppicando, mi tolsi il costume e misi dei pantaloncini azzurri e una maglietta bianca. Sentì bussare. Era arrivato Logan. Mi affrettai ad uscire, si fa per dire. Hahaha. Quando stavamo andando in macchina incontrai Alexa e Mackenzie.

Alexa: Ari, tutto a posto? Mi hai fatto prendere un colpo.

Io: Tranquilla Lex.

Mack: Già, stammi bene!!- disse andando via.

A quella ragazza non devo, per niente, piacere. Ma poi é solo una mi intuizione.

Lo hanno visto tutti.

Oh, sei tornata mi sei mancata.

Eh già, come vanno le cose.

Lo sai anche tu, siamo la stessa persona.

Lo so, ma volevo sdrammatizzare un po' la situazione.

Oki, but now vai via.

Ok ciao.

 

Alleluia se né andata. Mi sono immersa così tanto nei miei pensieri che non mi sono accorta che sto fissando Logan.

Logan: Ari, tutto ok.

Io: Ah.... si sì tutto ok. Perché??

Logan: Mi stavi fissando con una faccia strana.

Io: Sorry non volevo.

Logan: Tranquilla, comunque siamo arrivati.

Io: Di già??

Logan: Si, da più o meno 5 minuti.

Io: Oops. Ora scendo.

Logan: Non provarci neanche.

Io: Ok, ma perc...-

Non finì la frase che trovai Logan davanti la portiera, dalla mia parte.

Mi prese a mò di sposa e mi portò dentro. Mi fece sedere nella sala d'attesa mentre lui andò a parlare con la ragazza della reception.

Quando tornò mi disse che dovevamo andare nella sala del dottore.

Entriamo.

Io: Buongiorno signor.- lessi la sua targhetta- Wesley.

Dr.Wesley: Buongiorno a lei. Perché é quá?-

Aprì bocca per parlare ma Logan mi precede.

Logan: Ha preso una storta alla caviglia.

Dr.Wesley: Uh, siediti nel lettino che controlliamo.

Logan mi aiutò a sedermi. Il dottore analizzò per bene la mia caviglia.

Dr.Wesley: Allora signorina, la caviglia per fortuna non é rotta ma, ha preso una bella storta. Tenga al riposo la caviglia e vedrà che in due settimane ritornerà tutto a posto. Se nò venga qui che facciamo altre visite.

Io: Ok, la ringrazio Dr.Wesley.

Dr.Wesley: Per favore chiamami Paul.

Io: Ok. Arrivederci Paul.-

Usciamo dall'ospedale e torniamo a casa. Bussiamo alla porta dell'appartamento dei ragazzi. Ci viene ad aprire Carlos.

Carlos: Ehi, ciao piccola.- mi diede un bacio sulla guancia.

Entriamo. C'erano anche le ragazze.

Sara: Ehi cosa ti ha detto il dottore?

Io: La caviglia non é rotta ma ho preso una bella storta.

James: Oh... che fortuna.- lo disse a bassa voce ma io lo sentii comunque.

Io: E ha detto che devo stare a riposo.

Tutti: Perfetto.

Kendall: Carlos, Logan dobbiamo andare a fare vedere il pezzo a Gustavo.

Carlos: Eh già.

Logan: Andiamo. Ari stai attenta.

Io:Tranquillo.

Mi diede un bacio. Se ne andò, prima di uscire, sull'orlo della porta mi disse:"Ti amo".

Io: Anch'io.

Sara: Ari, io e Chiara andiamo a fare la spesa a dopo.

Io: A dopino.

Sara diede un bacio a James e poi andò via insieme a Chiara.

Io: Cosa facciamo?

James: Guardiamo un film?

Io: Ok. Quale?

James: Scegli tu.

Io: Ah.....Expelled.

James: Cameron Dallas, sei seria?

Io: Si, é un bel ragazzo.

James: Ehi, io no?

Io: Si anche tu.

James: Così va meglio.

Io: Allora scegli te. Stupiscimi.

Mise un film. Oddio ha messo i Minions questo ragazzo si che mi capisce.

Io: Oddio, ti a-d-o-r-o.

James: Hahaha.

Ci mettiamo a vedere il film, dopo un po' mi addormentai.

 

Pov's James

 

Che carina si é addormentata. Ok, seriamente anch'io ho sonno. Non so se riesco a finire il fil....

 

( si era addormentato)

 

Pov's Sara

 

Io e Chiara stavamo tornando. Nella hall troviamo i ragazzi che ci aiutarono a portare sua la spesa e metterla via. Finito andiamo nell'appartamento dei ragazzi.

Bussiamo ma nessuno aprì. Bussiamo di nuovo e niente. Entriamo c'erano James sdraiato e Arianna sdraiata davanti a lui. Stavano dormendo. James aveva un braccio sul fianco di Arianna, come se la stesse abbracciando. Mi salì un po' di gelosia, ma sapevo che Arianna non mi tradirebbe mai, neanche James lo farebbe.

Li lasciamo dormire, noi ragazzi ceniamo visto che si erano fatte le 19:30. Verso le 20:30 avevamo finito.

James e Ari non davano segni di vita.

 

Si erano fatte le 23:40 e ormai tutti avevamo sonno. Andiamo a letto.

Io mi chiedo come hanno fatto a dormire così tanto. Vabbè misteri.

Mi sdraia nel letto e in meno di 5 minuti mi addormentai.

 

Pov's Arianna

 

*Sogno*

Ero sul letto insieme a Logan, ci stavamo baciando. Durante il pomeriggio mi aveva fatto una sorpresa. Aveva preparato un pic-nic romantico solo io e lui, era stato davvero bello non lo rifarei con nessun'altro.

 

Pov's James

 

*Sogno*

C'eravamo io e Sara in un ristorante, stavamo mangiando una bistecca con le patatine a forno, era buonissimo. Finito andai a pagare. Usciamo dal ristorante e ci andammo a sedere su una panchina. Dopo un po' si mise a piovere. A noi non ce ne fregava. Le presi il mento con la mano e la baciai. Era bellissimo.

 

Pov's Sara

 

Mi svegliai guardai l'ora, 9:45. Decisi di andare dai ragazzi e proporre di fare una colazione tutti insieme al bar. Uscì di casa. Quando stavo andando nell'appartamento dei ragazzi vidi Logan arrivare. Lo salutai. Aprimmo la porta e la cosa che vediamo é davvero sconcertante....

 

Pov's Logan

 

Mi svegliai, guardai l'ora erano a malapena le 6:15. Decisi di andare a correre.

Guardai l'ora erano tre ore e un quarto che correvo, meglio se torno a casa ora.

Stavo arrivare al mio appartamento quando incontrai Sara. Ci salutammo. Apriamo la porta e la cosa che vediamo é davvero sconcertante...

Pov's Sara

 

No, dopo questa. Arianna e James me la pagheranno. Li vado vicino le gli faccio un bel video. Mi allontano un po' e urlo: "ARIANNA. JAMES".

Loro si svegliano di soprassalto e Arianna, essendo vicino al bordo del divano, cadde da esso. Mi dispiace dirlo ma non mi dispiace che sia caduta, dopo quello che mi ha fatto, aspetta che ci ha fatto, perché in tutto questo centra anche Logan.

Quando cade, urla dal dolore. Nel frattempo James si era svegliato e andò a soccorrerla.

James: Sara, ma sei impazzita!!

Io: Io no, forse voi due si.- dico indicando lui e Arianna.-

Forse non avete capito quello che é successo. Diciamolo in parole povere. Vi siete baciati.

Logan: Ma vi siete resi conto di cosa avete fatto!!- disse con un tono alto ma non troppo.

James: E cosa avremmo fatto?!?

Io: Vi siete baciati??

James: E scusa e come avremmo potuto farlo se abbiamo dormito fino adesso??

Io mi avvicinai e mostrai a loro il video.

Arianna aveva gli occhi sgranati.

Stava piangendo non so se per il dolore della caviglia, per il fatto del bacio o per entrambi.

Intanto con calma, Arianna, cercò di alzarsi per andare da Logan.

Arianna: Logan, ti prego perdonami non era mia intenzione farlo. Stavo sognando noi due che ci baciavamo!!

Logan: Guarda stammi lontano. Tu non mi meriti come non ti meritava Kendall. Ora capisco perché ti ha tradito e ha fatto bene. Ho provato ad aiutarti dopo quello che é successo con Kendall. E tu come mi ripaghi. Baciando un'altro mio migliore amico. Non che il fidanzato della tua migliore amica. Ma non ti vergogni. Ti ho dato il mio cuore. Ti ho chiesto di trattarlo bene e tu cosa hai fatto?? Lo hai spezzato in due. É meglio se sparisci dalla mia vista. Anzi no sparisci dalla mia vita. Ah, e portati via James. Io e voi due abbiamo chiuso. PER SEMPRE!!-Arianna con tutta la forza che aveva corse via.

James: LOGAN, MA NON TI VERGOGNI A TRATTARE MALE ARIANNA. LEI É SEMPRE PRONTA AD AIUTARE TUTTI, TU COSA FAI LE FRANTUMI ANCORA DI PIÙ IL CUORE CHE PIAN PIANO, CON IL TUO AMORE, LO STAVA RICUCENDO.- detto questo se ne andò. Io lo guardai sbalordita. Non mi ha preso neanche in parola. A giusto, deve correre dalla sua amata, che fino a pochi minuti fa ero io.

 

Pov's James

 

Io ero lì sbalordito dalle parole di Logan verso Ari.

 

Logan: Guarda stammi lontano. Tu non mi meriti come non ti meritava Kendall. Ora capisco perché ti ha tradito e ha fatto bene. Ho provato ad aiutarti dopo quello che é successo con Kendall. E tu come mi ripaghi. Baciando un'altro mio migliore amico. Non che il fidanzato della tua migliore amica. Ma non ti vergogni. Ti ho dato il mio cuore. Ti ho chiesto di trattarlo bene e tu cosa hai fatto?? Lo hai spezzato in due. É meglio se sparisci dalla mia vista. Anzi no sparisci dalla mia vita. Ah, e portati via James. Io e voi due abbiamo chiuso. PER SEMPRE!!-Ma sta scherzando. É impazzito. Si sta rendendo conto di quello che sta dicendo.

 

Io: LOGAN, MA NON TI VERGOGNI A TRATTARE MALE ARIANNA. LEI É SEMPRE PRONTA AD AIUTARE TUTTI, TU COSA FAI LE FRANTUMI ANCORA DI PIÙ IL CUORE CHE PIAN PIANO, CON IL TUO AMORE, LO STAVA RICUCENDO.- detto questo corsi via inseguendo Ari. Non é stato difficile raggiungerla, visto che non può correre più di tanto.

Arrivai da dietro e l'abbracciai. All'inizio cercò di divincolarsi ma poi dalla tristezza si accovacciò su di me. Ci sedemmo per terra. Ari non accennava di smettere di piangere. La capisco dopo quello che gli ha detto Logan chi é che non lo farebbe.

Dopo un po' si calmò ma non del tutto.

Decisi di andare un po' nella stanza delle ragazze, per far stendere un po' Ari, nel letto. Entrati vedemmo Kendall e Chiara parlare. Quando videro Ari si preoccuparono.

Kendall: Ari che succede??-

Ari, penso nel ricordare quello che é accaduto, si mette a piangere nella mia spalla mentre l'abbraccio. Mimo con le labbra, a Ken e a Chiara, un vi dico dopo. Portai Ari nella sua camera e la sdraia nel letto. Dopo circa 5 minuti sembra aver preso sonno, così decisi di alzarmi e andare a spiegare a Kendall e Chiara la situazione. Quando stavo per aprire la porta sentì Ari parlare e dirmi "Resta, ti prego." Mi sedetti nel letto. Ari, con l'amano mi intimò, con la mano, di sdraiarmi vicino a lei. Così mi misi dietro di lei e la cinsi in un abbraccio. Lei si accoccolò nel mio petto e si mise a dormire. Io non avevo sonno, quindi rimasi lì a guardarla dormire. Dopo un po' entrarono gli altri due e io li feci segno, con il dito, di fare silenzio. Mi chiesero di spiegare tutto, lo feci.

Ken: Amico sei in un bel guaio.

Io: Lo so. Ma il bello è che Logan ha tirato in ballo la storia tra te e Ari, dicendo che hai fatto bene a lasciarla.

Chiara: Ora vado e lo castro.

Ken: Tu non castri nessuno.- Chiara in sua risposta sbuffò.

Io: Ora zitti che si sta svegliando.

Ari:*sbadiglio*Buongiorno.

Io: Buongiorno.

Ari: James posso farti una domanda?

Io: Certo.

Ari: La storia con Logan è vera o me la sono sognata??

Io: Mi dispiace dirtelo ma è vera.- Ari fece un singhiozzo.

Ken: Ragazzi vi lasciamo soli.

Io: Grazie Ken.

Ken: Di nulla. Ari mi dispiace un sacco.

Ari: Tranquillo, almeno tu non centri.

Kendall e Chiara uscirono.

Ari: James, per favore possiamo andare da qualche parte per una settimana o due. Non ce la faccio a rimanere qui e vedere tutti i giorni Logan.

Io: Sei sicura??

Ari: Si ti prego ne ho bisogno.

Io: Ok.

Ci alzammo dal letto andammo nel computer, ordinammo due biglietti per "Malibù".

Io: Presi. Meta Malibù.

Ari: Quando si parte??

Io: Domani mattina alle 6.

Ari: Perfetto. Grazie James.- mi abbracciò e mi da un bacio sulla guancia.

Io: Questo e altro per te, principessa.- sarà una bellissima vacanza solo io, lei è i nostri problemi. Che non si stancheranno mai di seguirci.

SOLO IO E LEI.

 

Pov's Ari

 

Dopo un po', di tempo, decido di andare a dire ad Alexa che parto. Di lei mi posso fidare. Di sicuro non vado a dirlo agli altri perché se no, mi ritrovo chiusa in camera a vita.

Io: James, vado da Alexa.

James: Perché??

Io: Vado a dirle che partiamo!!

James: Ok, ma promettimi che ritorni. Dobbiamo preparare le valige. Io intanto inizio.

Io: Certo, ci vediamo trappoco.- gli do un bacio sulla guancia e vado via.

Arrivata all'appartamento di Lex, busso. Mi viene ad aprire Mackenzie, é più felice del solito di vedermi.

Mack: Ciao Arianna- scherzavo é sempre la solita arrogante.

Io: Ciao, c'é Alexa??

Mack: Si, aspetta che te la chiamo.

Io: Grazie.

Andò di là e tornò insieme ad Alexa.

Alexa: Ciao Ari.

Io: Ciao Lex. Posso parlarti in privato??

Alexa: Certo, C'è qualcosa che non va??

Io: Dir la verità si!!

Alexa: Ok, scendiamo al parco e parliamo.-

Andiamo al parco, ci sediamo in una panchina e ci mettiamo a parlare.

Alexa: Allora dimmi tutto.

Io: Ho litigato con Sara e Logan, anche James ha litigato con loro.

Alexa: Perché??

Io: Sai che mi sono fatta male, e ieri Logan, Carlos e Kendall dovevano far vedere a Gustavo la canzone che avevano scritto. Chiara e Sara erano andate a fare la spesa, quindi siamo rimasti a casa io e James. Stavamo guardando un film e poco dopo mi addormentai seguita da James. Sia io che James stavamo sognando che baciavamo i nostri rispettivi ragazzi. Purtroppo però nella realtà io e James ci siamo baciati, a nostra insaputa ovviamente. Ma Sara e Logan non l'hanno presa molto bene. Logan, anche se non con parolacce, mi ha insultata dicendomi che io non meritavo il suo amore e che Kendall ha fatto bene a lasciarmi.-ripensare a quelle parole, mi misi a piangere.-Quindi io e Logan ci siamo lasciati e anche Sara e James, anche se non ce lo hanno detto, si é capito. Ed io e James abbiamo deciso di andare a Malibù per una o due settimane, per staccarci un po' da questa situazione.- stavo piangendo più che mai. Non riuscivo a smettere.

Alexa: Ari, mi dispiace tantissimo.

Io: Tranquilla non è colpa tua.- dissi cercando di fare un sorriso.

Alexa: Comunque é giusto per voi due prendervi una pausa da tutta questa storia. Quando partite??

Io: Domani mattina.

Alexa: Perfetto.

Io: Lex ci vediamo quando torno, che devo finire di preparare la valigia.

Alexa: Certo. Ciao.

Mi diressi verso il mio appartamento. Avevo messo una felpa con il cappuccio, melo ero tirato su per non fare vedere a tutti che ho pianto.

Sentì qualcuno parlare, non mi girai avevo riconosciuto la voce, era Logan.

Logan: Fai bene a nasconderti. Io devo ancora capire come ho fatto a non capire che brutta persona sei. Forse perché sei così brava a nasconderti.- non ce la facevo più a sentirmi insultata da lui. Iniziai a correre.- Brava corri. Scappa dai tuoi problemi, tanto prima o poi ti raggiungeranno.-

Ero arrivata nell'appartamento. Entrai e corsi in camera mia. Chiusi la porta e mi feci scivolare su di essa. Iniziai a piangere come se non ci fosse un domani. Mi alzai, tirai un pugno così forte al muro che mi é uscito sangue. Tirai pure un calcio, peccato che lo feci con il piede che mi faceva male e tirai un urlo.

Io: Mannaggia!!

Mi accovaccia per terra e ricominciai a piangere. Dopo un po' mi sdraia sul pavimento, mi misi a guardare il soffitto. Qualcuno entrò nella stanza ma io non diedi attenzione, era James.

James: Ari ma sei impazzita?? Guarda ti esce pure sangue dalla mano.

Io: Ormai non me ne frega più niente ne di me ne di nessun'altro. Forse se mi fossi fatta più male starei quì a morire dissanguata. Così non darò più fastidio a nessuno.

James: Ari stai sentendo quello che stai dicendo??

Io: Si- mi misi a piangere- a volte mi sento così sola.

James: You're not alone, girl.

Io: Grazie.

James: Di niente.- si avvicinò a me e mi abbracciò.-cosa é successo??

Io: Ho incontrato Logan nel corridoio e mi ha detto: "Fai bene a nasconderti. Io devo ancora capire come ho fatto a non capire che brutta persona sei. Forse perché sei così brava a nasconderti." Poi iniziai a correre e lui mi gridò "Brava corri. Scappa dai tuoi problemi, tanto prima o poi ti raggiungeranno." Mi sono sentita così umiliata. Non vedo l'ora di partire. Adesso finisco di preparare la valigia.

James: Tranquilla ho fatto tutto io.

Io: Ti adoro. Grazie.

James: E di che non ho fatto nulla. Ora vieni in cucina che ti disinfetto la mano e mettiamo una benda.

Io: Come ho detto prima, Grazie.

James si alzò e ci provai anch'io, ma dato che sono una babbana e prima ho dato un calcio, con il piede che mi faceva male, al muro non ci riesco.

James: Ari tutto ok.

Io: Dir la verità no. Ho tirato un calcio alla parete con il piede che mi faceva male.

James: Sei proprio intelligente.

Io: Grazie, lo so.- dico sorridendo.

James: Andiamo che ti do una mano- mi prese a mi di sposa e mi portò in cucina- sono felice di essere riuscito a farti sorridere.

Io: Ti ringrazio.

Mi fece sedere sulla sedia e prese il kit di pronto soccorso. Iniziò ma mettermi un po' di disinfettante sulla ferita. Trattenni a stento un urlo da quanto bruciava.

James: Scusa.

Io: E di che. Mica é colpa tua.

Entrarono in casa Chiara e Kendall.

Io: Buongiorno.

Kendall: Buon~Ari ma che hai combinato??- disse lasciando a terra le buste che aveva in mano.

Io: Niente di particolare, ho solo tirato un pugno alla parete di camera mia.

Kendall: Ari tu sei impazzita, altroché. E perché lo avresti fatto??- gli spiegai la storia che avevo raccontato a James di quello che mi ha fatto Logan.- Io lo ammazzo.

Io: Kendall, tu non ammazzerai nessuno.

Kendall: Ma ti ha fatto soffrire.

Io: Tu stai tranquillo. La miglior cura per le persone che ti insultano, é lasciarli perdere, Ok??

Kendall: Ok.

Lui si avvicinò a me e mi abbracciò.

Era notte ero in camera mia con James, stavamo scrivendo una lettera per Kendall, Chiara, Carlos e Alexa.

 

Lettera:

Cari Ragazzi,

Lo so, vi starete chiedendo perché di questa lettera?? Semplice volevo dirvi che io e James siamo partiti per un posto e ci rimaniamo per una o due settimane. Abbiamo chiuso i telefoni, quindi se dovete dirci qualcosa aspettate il nostro ritorno. 

Kendall si prudente NON uccidere Logan. Perché se nò io ti stacco quelle due palline che ti ritrovi li sotto. E ti consiglio, se vorrai fare figli di non perderle per strada. Sono davvero divertente lo so. XD

Chiara non fare niente di sbagliato se nò, ok non so cosa dire non fare la bimba cattiva se nò sono guai.

Carlos e Alexa vi volete sbrigare e mettervi insieme. Si vede lontano un miglio che siete innamorati uno dell'altra. Quindi se quando torno non vi siete messi insieme, vi prendo per le orecchie e vi ci metto io insieme.

Adesso vi saluto che sono l'una di notte e noi due avremmo sonno. Quindi buona settimana senza noi due che vi rompiamo le scatole. Vi voglio bene con affetto:                      

                                               Arianna

                                                     &

                                                James.

 

Finito la mettiamo dentro una busta e la lasciamo sulla scrivania. Guardai sul telefono se avevo messo la sveglia alle 5 perfetto, tutto pronto.

Mi svegliai c'era la sveglia che suonava. La chiusi e svegliai James. Provai a chiamarlo sull'orecchio ma niente, quindi li tirai una sberla sulla guancia. Si svegliò.

James: Che ore sono??

Io: Sono le 5.

James: Allora lasciamo dormire.- presi il cuscino e le lo tirai in faccia.

Io: No dobbiamo partire, te lo ricordi.

James: Ah é vero.- scatto in piedi e disse andiamo a fare colazione.

Io: Sii- dissi felice.

Preparai due panini alla Nutella e due tazze di latte al cioccolato.

James: Buona questa colazione.

Io: Eh già.- finiamo. Lui andò al bagno principale io invece su quello in camera mia. Le cose da vestire me le ha preparate James, che gentile. Ovviamente non l'intimo, se nò sarebbe stato abbastanza imbarazzante. Entrai nella doccia e mi lavai 5 minuti dopo ero fuori. Misi l'intimo. E poi mi vestii. James mi aveva preparato un paio di pantaloncini e una maglietta blu a righe bianche, abbastanza larga come piace a me. Uscì dal bagno, erano passati solo 10 minuti. Misi la fascia sulla caviglia, i calzetti infine le le mie air force bianche alte. Presi le nostre valige e le portai fuori dalla camera, ma non con il troller ma a mano perché se no fanno un casino. James doveva ancora uscire dal bagno. Andai davanti la porta del bagno e bussai.

James: Avanti!

Entrai si stava sistemando i capelli.

Io: Scusami ma ho lasciato qui la spazzola. E dovrei sistemarmi i capelli e metterla in valigia.

James: Tranquilla vieni pure.

Io: Grazie.

Presi la spazzola mi sistemai e la portai fuori con me per metterla in valigia. La misi. Tornai in camera presi la lettera e la mi si sul tavolo in cucina. James uscì dal bagno. Ripassammo le cose messe in valigia.

Io: Vestiti e intimo??- dissi imbarazzata la seconda parola.

James: Messi.

Io: Crema solare??

James: Messa.

Io: Shampii e bagno schiuma??

James: Messi.

Io: Telefoni e carica, se mai gli useremo??

James: Messi.

Io: Costumi??

James: Messi.

Io: C'é tutto??

James: Si.

Io: Allora possiamo andare.

Usciamo dall'appartamento. Era tutto deserto. Beh, certo sono le 5:40 del mattino chi é il babbano che si sveglia a quest'ora.

Prendiamo la macchina di James. Arriviamo in aereo porto. facciamo il check-in e aspettiamo che chiamano il nostro volo. Dopo un po' sentimmo:" I viaggiatori per Malibù si pregano di dirigersi verso il loro aereo.I viaggiatori per Malibù si pregano di dirigersi verso il loro aereo." Ci alziamo e raggiungiamo il nostro aereo. Ed eccomi qui, di nuovo su un aereo. Wow, é strano prendere un'altro aereo tre giorni dopo che sono arrivata a Los Angeles. E adesso riparto per andare a Malibù. E io che pensavo che arrivando qui tutto sarebbe cambiato. In meglio ovviamente non in peggio. Pensare a questo, mi fanno venire su le lacrime che però trattengo, anche se a stento. James vide comunque gli occhi lucidi.

James: Ari dai non pensarci. Pensa alla bellissima vacanza che faremo.

Io: Grazie, James.-appoggiai la testa sulla sua spalla. Mi diede un bacio sulla testa e io ricambiai con un bacio sulla guancia. L'aereo era partito. Malibù stiamo arrivando.

Non ci vuole molto per arrivare da quello che ho capito 50minuti o un'ora.

Arrivati, prendiamo un taxi per andare in hotel. Durante il viaggio ho guardato fuori dal finestrino tutto il tempo. É un posto incantevole.

Arrivati scendiamo dal taxi e andiamo alla reception. Dietro si trovava una ragazza sui 25 anni alta e bionda, con un vestito un po' troppo aderente al posto di lavoro.

Io: Buongiorno.

X: Buongiorno- disse facendo gli occhi dolci a James. Questa cosa, non so il perché, mi ha fatto venire su un po' di rabbia.

O comunemente chiamata gelosia.

Io gelosa di chi?? Di James. Pf!!

No,no continua a crederci. Ti ricordo che siamo la stessa persona.

E io ti ricordo di andartene.

Ok, ok ciao.

Ciao.

Io: Ci potrebbe dire quel'é la nostra stanza??-chiesi con il tono più gentile che potevo, anche se con scarsi risultati.

X: A che nome avete prenotato??

James: Maslow.

X: Ok. Stanza n°149. Ben arrivati e buon soggiorno da noi.

Io: Grazie.- presi le chiavi e mi recai all'ascensore. Arrivata c'era un cartello con su scritto "Ascensore rotto. Prendere le scale Grazie."

Io: James dobbiamo prendere le scale.

James: Perfetto.- disse ironicamente.

Prendo la mia valigia e iniziai a salire le scale. Faceva malissimo la caviglia. Ma per non sembrare una bimba di 5 anni che piange per tutto, mi feci forza e salì le scale fino ad arrivare alla nostra porta. L'aprì quando entriamo la prima cosa che ho detto fu:" Andiamo a sistemare le valige così dopo abbiamo il tempo libero"

James: Già.

Io entrai nella prima stanza. Era bellissima era di un azzurro fantastico. Però non quello normale di sempre un po' più scuro, io amo questo colore. Appoggio la valigia. Dopo un po' entra James.

James: Ari, mi sà che dobbiamo condividere la stanza.

Io: Perché??

James: Non ce ne sono altre.

Io: Ok.- dissi felice.

James: Quindi non vuoi che dorma sul divano o per terra??

Io: E perché mai?? Siamo migliori amici e abbiamo già dormito insieme. Problemi?? Io non ne vedo.

James: Ok perfetto.

Iniziamo a mettere via i vestiti. Dopo si e no un'ora avevamo finito.

Iniziai a guardare fuori, si vedeva l'oceano. Era fantastico, perché vederlo da quá e vederlo da Los Angeles era la stessa cosa, ma per me no. Dopo un po' arrivò vicino a me James.

James: Bello vero??

Io: Già.

James: Ti va di andare??

Io: Non posso.- dissi triste.

James: Ah già per la caviglia!! Allora possiamo andare alle terme??

Io: Ci sono le terme??

James: Eh già.

Io: Andiamo.

Andai a mettere un costume era azzurro come le pareti della camera. Sopra mi metto dei pantaloncini e una maglietta. Esco, James era già pronto lo guardai confusa.

James: C'era un'altro bagno.

Io: Aahn. Vuoi dirmi che ci sono due bagni ma una sola camera??- dissi ridendo.

James: Eh già.- ci mettiamo a ridere tutti e due insieme.

Io: Dai meglio andare.

James: Già.

Scendiamo chiediamo informazioni per trovare le terme e arriviamo. Andiamo negli spogliatoi a toglierci i vestiti. Ci mettiamo l'accappatoio e raggiungiamo il posto prestabilito. Ci togliamo l'accappatoio ed entriamo in acqua. Ci aspetta una bellissima mattinata.

 

Era bellissimo stare dentro alle terme, ti fa rilassare tantissimo. Peccato che troppa tranquillità ti fa venire in mente tutti i ricordi. Infatti mi ha fatto tornare in mente la litigata con Logan. Bene mi sto per mettere a piangere. James se ne accorge. Purtroppo sono caduta in un pianto che non finisce.

James: Ehi, ehi non pensarci. Vieni qua.- mi invitò ad abbracciarlo e fu quello che feci.

James: Ari ti prego non pensarci. Goditi la vacanza. Vedrai che quando torniamo si sistemerà tutto.

Io: O-ok g-gra-graz-grazie J-James- dissi ancora tra le lacrime.

James: Dai torniamo a casa.

Io: O-ok.-ci alziamo. Prendiamo le nostre cose e andiamo a casa. Andai in camera per poi andare nel bagno e mi cambiai. Tornai in stanza e mi sdraiai, a pancia in giù, sul letto. Iniziai a piangere, ma silenziosamente per non fare preoccupare James. Qualcuno bussò alla porta. Io cercai di fare la voce più normale che potevo.

Io: Avanti.

James: Ari é pronto il pranzo.

Io: Non ho fame.

James: Ari devi mangiare qualcosa.

Io: James ti prego non ho fame.

Mi sentì tirare su a peso. Mi mise sulla spalla. Iniziai a tirarli pugni sulla schiena.

Io: DAI JAMES METTI GIÙ!!

James: No finché non mi dici che vuoi mangiare qualcosa.

Io: Ok, ok mangio.-mi mise giù.

Io: Grazie.

Mangiamo le lasagne.

Io: Mhh che buone!!

James: Già.

Io: Ma le hai fatte tu??

James: Si.....ok No. Hahaha.

Io: Hahaha.

Finito di mangiare decido di andare a dormire.

Io: James vado a dormire ci vediamo dopo!!

James: Certo.

Gli diedi un bacio sulla guancia e andai in camera. Dopo neanche 5 minuti mi addormentai.

Sogno

Io e James eravamo tornati a Los Angeles. Entrai nella stanza dei ragazzi per fargli una sorpresa. Ma quando entrai vidi Logan e Mackenzie che si stavano baciando. E Sara con un ragazzo che non conosco.

Io: EH NO CAZZO!!

Andai via piangendo.

 

Mi svegliai, James era riuscito a svegliarmi. Io era tutta in lacrime.

James: Ari tutto a posto??

Io: No per niente- ero una fontana altro che.

Mi abbraccia. Cerco di tranquillizzarmi e in qualche modo ci riuscì.

James: Cosa hai sognato??

Io: Che eravamo tornati a casa e quando siamo entrati in casa c'erano Logan e Mackenzie che si stavano baciando e anche Sara con un'altro tizio.

James: Ok. Tranquilla vedrai che non succederà.- mi arrivò un post di Instagram con su scritto "loganhenderson ha postato una foto". Aprì la foto e rimango disgustata ma soprattutto arrabbiata.

Io: Non ne sarei molto sicura.

James: Perché??

Gli mostrai la foto che rappresentava Logan e Mackenzie che si stanno baciando. Leggo la didascalia "Non so come ho fatto a stare con le altre ragazze prima di te. Ho fatto bene a conoscerti. Ti amo Mack."

Ok ora sembra che mi stanno diluviando gli occhi.

James: Perfetto. Per favore puoi vedere il profilo di Sara??

Io: C-certo.

Guardai e l'ultima foto postata era lei con una chitarra in mano. Io pensai "da quando è che Sara suona la chitarra". Io: James puoi stare tranquillo niente da parte di Sara.

James: Meglio dai almeno una parte del sogno sembra che non si sia avverata.

Io: Aspetta. É l'immagine in cui se ne può mettere più di una. Il nuovo aggiornamento.- scorro le immagini l'ultima c'è lei che si bacia con un tizio. Nella didascalia c'è scritto " Forever with you️ I love you Paul".

Io: Ehm James c'è un problema.

James: Quale??

Gli mostrai il telefono. Lui si alzò e gli vennero gli occhi lucidi.

Io: James ti prego non metterti a piangere se nò parto a piangere pure io.

James: Troppo tardi.

Io: Ok, respiriamo. Allora James, godiamoci questa vacanza e non pensiamo a quello che succederà quando torniamo, perché tanto non c'è motivo per farlo. Vedrai che lo stanno facendo solo per farci ingelosire.

James: O-ok f-for-se hai ragione. Dai godiamoci la vacanza.

Io: Già.

 

1 settimana dopo

É stata bellissima questa vacanza ci serviva ma, sto peggio di prima. Ogni volta che mangiavamo quando andavo in camera, correvo subito al bagno per rigurgitare tutto. James però questo non lo sa. Sono dimagrita molto.

 

Ora siamo in viaggio di ritorno. Mi mancherà questo posto. Ho paura di quello che succederà quando torneremo. Vabbè non ci pensiamo.

1 ora dopo

Siamo appena atterrati. Chiamiamo un taxi per farci portare nell'hotel. Eravamo finalmente arrivati. Entriamo e per non fare lo stesso errore del sogno, entriamo nel mio appartamento. Apriamo e troviamo Chiara e Kendall guardare un film. Non ci avevano sentito. Andiamo dietro il divano.

Chiara: Ma sei stupida o sei andata via di testa??-chiese alla protagonista del film.

Io: Per me andata via di testa,secondo te James??

James: Anche per me.

Chiara: Si anche per m......me. Arianna, James siete tornati!!- disse tutta felice.

Io: Si. Com'è andata quando eravamo via??

Chiara: Ari é successa una cosa non molto bella!!

Io: Se si tratta delle due nuove coppie, lo so già.- dissi con un filo di tristezza.

Chiara: Mi dispiace, per entrambi. Dai ora non pensateci festeggiammo.

Io: Vado a salutare Los. James vieni con me, ti prego?? Che se succede la stessa cosa del sogno non potrei farcela.

James: Certo.

Ci avviamo all'appartamento dei ragazzi e busso alla porta. La persona che aprì la porta non era per niente di mio gradimento.

Logan: Ciao.

Io: Ciao, c'è Los??

Logan: Si, te lo chiamo.

Io: Grazie.

Lui andò via. E vidi Mackenzie avvicinarsi.

Mackenzie : Ehy, guarda chi si rivede. La ruba ragazzi e il donnaiolo.

Io: Scusa, come mi hai chiamato??

Mackenzie: Sei pure sorda. Ti ho chiamata ruba ragazzi, in pratica puttana.

Io: No questo è troppo.- le saltai addosso e iniziai a tirarle pugni, schiaffi e calci da ogni parte. James cercò più e più volte a dividerci ma senza risultato. Potete insultarmi, dirmi che non merito nessuno, che sono una stronza qualunque insulto inventato a questo mondo, ma non potete dirmi che sono una ruba ragazzi. E me la sono presa anche per quello che ha detto a James. Potrà esse un ragazzo fuori dalle regole ma di sicuro non è un donnaiolo.

Dopo un po' che continuavo a picchiarla sentì qualcuno tirarmi su di peso e buttarmi a terra non in modo gradevole. Dopo un po' guardai chi era. Si trattava di Logan.

Logan: Ma che ti é preso. Sei impazzita. Sei andata via una settimana e torni per uccidere la mia ragazza.

Io: Ti ricordo che fino a una settimana fa ero io la tua ragazza. E tu mi hai lasciato per una cazzata. PERCHÉ SI É UNA CAZZATA MOLLARMI PER UNA COSA CHE HO FATTO INCOSCIENTEMENTE. HAI PIÙ RIPENSATO A COSA MI HAI DETTO. A CERTO CHE NO. ERI TROPPO IMPEGNATO A FARTI UNA BABBANA DI PRIMA CATEGORIA. SAI QUANTO CI SONO RESTATA MALE. NON AVEVO PIÙ VOGLIA DI MANGIARE DI FARE LE COSE CHE PIÙ MI PIACEVANO. Se solo ci ripenseresti capiresti quanto ci sono stata male. Fa male sentirsi dire quelle cose dalla persona che più si ama. Ora scusatemi ma me ne vado.- dissi tra le lacrime. Scappai via. Avevo voglia di sfogarmi. Gridare a squarciagola come se non ci fosse un domani. Ma non so dove andare. Iniziai a correre verso una collina che avevo davanti. Era abbastanza lontana. Ma avevo così tanta rabbia mista a tristezza che volevo levarmela dalla testa correndo. Dopo più o meno un'ora di corsa arrivai su di essa. Iniziai a gridare ma non cose sensate con un filo logico. No gridavo e basta volevo solo sfogarmi. Dopo un po' non riuscivo più a gridare avevo perso completamente la voce. Sentì qualcuno chiamarmi, gridando. Ma non riuscì a vedere chi era avevo gli occhi tutti appannati, dopo tutto d'un tratto svenni.

Pov's James

 

Io: Contento, ora è scappata.- dissi a Logan tutto infuriato.

Logan: Lei non è più un mio problema.

Io: Guarda, meglio che me ne vada prima che ti salti addosso.- iniziai a correre. Vidi Ari e la inseguii. Stava correndo verso una collina. La sentì gridare fortissimo. Dopo un po' non si sentì più niente, suppongo abbia perso la voce.

Io: ARIANNA.

Non credo abbia capito chi ero perché é svenuta.

Io: Piccola mia che cazzo fai.- chiamai l'ambulanza. E mi dissero che arrivano più velocemente possibile. I miei occhi

cominciarono ad inumidirsi. Presi di nuovo il telefono cercai di chiamare Kendall. Non so se ho schiacciato il contatto giusto. Non vedevo molto bene. Non chiamai Carlos per non farlo schizzare male. Appena sentì che qualcuno aveva risposto gridai di correre subito in ospedale. Chiusi la chiamata. L'ambulanza arrivò. Caricarono Arianna. Non volevano farmi salirmi perché non ero un parente. Mi misi a gridare e allora per farmi tacere mi hanno fatto salire. Ci avviamo all'ospedale.