La Fan Fiction di Halloween di Viola

Era la notte di Halloween e 4 bambini di nome Mery, Lucas, Carlos e Emily stavano facendo dolcetto o scherzetto, come ogni anno. Era ormai mezzanotte, precisamente le 23:40. Mery disse, annoiata: -Ragazzi... Abbiamo fatto tutto il quartiere... Torniamo a casa?- Carlos rispose: -C'è ancora una casa...-, disse indicando una vecchia villa abbandonata, sopra una grandissima collina con erba che ti arrivava fino all'ombelico. Carlos spiegò i suoi motivi: visto che si era travestito da vampiro, voleva dare importanza al suo costume visto che in quella casa si diceva che ci abitasse un vampiro. -Io ci sto- disse Lucas. -Pure io- aggiunse Emily. Accettò anche Mery, un pò spaventata. Arrivarono finalmente alla casa, dopo essersi sporcati i vestiti a causa dell'erba bagnata. -Chi vuole dire- disse timorosa Mery -Dolcetto o scherzetto?- Carlos fece un bel respiro e bussò, pronunciando "Dolcetto o Scherzetto" molto preoccupato. Nessuno rispose, ma la porta si aprì e i bambini entrarono. Era tutto buoi e con grosse ragnatele. Ad un certo punto si sentì una voce: -Ehiiiii... Voi sarete i prossimiii...- E a quella frase si illuminò una parete: vicino a essa c'erano 3 bambini fantasma, con occhi rossi e vestiti stracciati. -Mi avete sentitooooo.... SARETE I PROSSIMIIIII...- e accadde la stessa cosa, ma guardando bene i bambini fantasma, erano gli amici del gruppetto scomparsi qualche anno fa. Ad un certo punto si illuminò il centro della stanza e apparì Spongebob, ma con vestito elegante rosso e nero, occhi rossi e canini appuntiti. -Vedete i vostri amici, marmocchi? Beh, se vi arrenderete, potrete salvarvi...se no... Eh eh... Farete la loro fine...- I fantasmi risposero: -Servirete il conte Spongebob... Sarete i suoi schiavi... avremmo nuovi amici ogni anno, la stessa notte... VENITE CON NOI...- Lucas rispose: -No! Non sarevo vostri schiavi!- I 4 corsero verso la porta ma il conte la chiuse e disse: -Piccoli marmocchi, siete troppo ingenui...- Il conte schiacciò il bottone rosso alle sue spalle e i 4 caddero in una botola. Poco dopo riemersero dal pavimento, si unirono agli altri e cominciarono e dire: -Conte... Siamo onorati di servirti...- Il conte rispose: -Speriamo che l'anno prossimo avremmo un bottinò di schiavi più grosso... E poi li ho ricevuti alla mezzanotte... Eh eh...- 

Di loro 4 non sapeva nessuno sulla loro storia, ma si sa che ogni notte di Halloween, a mezzanotte precisa, dei bambini scompaiono dalla circolazione.

Guarda le news di Super!